5 unusual things to see in Rome

Not only famous monuments and piazzas, but also curious and secret places. Here you find 5 unusual things to see in the Eternal city, which even some  locals don’t know about!

  • The magic door of Piazza Vittorio

This door used to be a part of a famous villa, called Villa Palombara, and now it is located into the garden of piazza Vittorio, close to Termini station. Two  statues of the ancient Egyptian deity Bes are its “supervisors” and someone says that it may shield the secret of the philosopher’s stone.

The Magic Door (Photo credit: Restorefood-Instagram)

  • The Tureen of via Vittorio

It is not so far from Piazza Navona: this is a really peculiar fountain because…it has a lid! It used to be located in campo De’ Fiiori, but the Pope Gregorio XV decided to relocated it, because it was used to wash fruits and vegetables. Its nickname was chosen by Romans to make fun of it.

  •  The optical illusion of via Piccolomini

Via Niccolò Piccolomini is a small street in Rome where you have the feeling of being in front of the St. Peter’s Dome. Something strange happens here: the closer you get, the smaller the Dome becomes. If you step back, the Dome will appear bigger and closer. Go and have a look!

Via Piccolomini (Photo credit: @mariannaalvarenz-Instagram)

  •  The “motorized” painting of Rubens

Rubens painted a work entitled Angels Adoring the Madonna Vallicelliana, which is displayed in the church of Santa Maria Valicella. It incorporates a special feature, a panel that could be removed to reveal behind it the holy image it was designed to protect. The priest usually moves it with a remote control after the Saturday Mass.

  • The Zuccari Palace

Close to Spanich Steps, this palace seems to be like others. But it’s not true. It is also known as “a monster house” because its door and windows are monsters’ faces with their mounths wide open.

Palazzetto Zuccari (Photo credit: @lubi1982-Instagram)

Rome is a city to discover…Don’t you think?

Advertisements

Roma insolita: 5 segreti della Città Eterna

Molteplici bellezze e scorci da custodire nel cuore e nei ricordi, ma anche luoghi curiosi e poco conosciuti. Roma non racchiude solo famosi monumenti e meravigliose piazze, ma anche piccoli segreti e misteri…Ecco cinque posti insoliti tutti da scoprire!

  • LA PORTA MAGICA DI PIAZZA VITTORIO

Conosciuta anche come Porta Alchemica, è tutto ciò che rimane di Villa Palombara e si trova oggi nel giardino di Piazza Vittorio, nei pressi della stazione Termini. Custodita da due statue del dio egizio Bes, presenta delle curiose incisioni che, secondo la leggenda, potrebbero contenere il segreto della pietra filosofale. Il Marchese Palombara, infatti, era un appassionato di alchimia.

restorefood

La Porta Magica (Photo credit: @Restorefood-Instagram)

  • LA “ZUPPIERA” DI CORSO VITTORIO

Non molto distante da piazza Navona si trova una fontana molto particolare: ha il coperchio! È la“Terrina” risalente alla fine del 1500 che oggi, dopo varie peripezie, troneggia in piazza della Chiesa Nuova. Originariamente posizionata a Campo De’Fiori- dove ora è collocata la statua di Giordano Bruno- veniva utilizzata dai commercianti per lavare frutta e verdura o tenere al fresco i fiori, riempiendosi di rifiuti. Papa Gregorio XV, per evitare questo malcostume, decise di farla chiudere: per questo i romani l’hanno ironicamente ribattezzata “la zuppiera”.

  • L’ILLUSIONE OTTICA DI VIA PICCOLOMINI

Avreste mai pensato di osservare la Cupola di San Pietro che si rimpicciolisce mentre ci si avvicina o diventa sempre più grande mentre ci si allontana? È quello che succede in via Piccolomini, nei pressi del colle del Gianicolo. Una strada rettilinea, allineata con il famoso Cupolone, da cui si può ammirare uno splendido panorama. E che è protagonista di questo effetto ottico davvero magico. Da provare!

mariannaalvarenzviapiccolomini

Via Piccolomini (Photo credit: @mariannaalvarenz-Instagram)

  • IL QUADRO MOTORIZZATO DI RUBENS

Un quadro con una cornice motorizzata, che custodisce al suo interno un affresco della Vergine: è la Madonna della Vallicella, pala dell’altare maggiore della chiesa di Santa Maria in Vallicella o Chiesa Nuova. Per proteggere l’icona miracolosa, Pieter Paul Rubens pensò a questa soluzione per permettere al suo dipinto di mostrare o nascondere l’immagine sottostante. Oggi il congegno viene attivato tramite un telecomando dal parroco, dopo la messa del sabato. 

  • IL PALAZZETTO ZUCCARI

Tra via Sistina e via Gregoriana, su Piazza Trinità dei Monti, c’è un palazzo molto particolare. Di primo acchito può sembrare semplicemente un edificio elegante, ma in realtà Palazzetto Zuccari ha una curiosa (e anche un po’ horror) caratteristica: le decorazioni delle cornici delle porte e finestre esterne hanno le sembianze di mostruose bocche aperte. Sono ispirate al Giardino di Bomarzo e legate allo stile particolare e fantasioso dell’architettura manierista del XVII secolo.

 

lubi1982palazzettozuccari

Palazzetto Zuccari (Photo credit: @lubi1982-Instagram)

 

Stranezze e particolarità che non fanno che rendere ancora più unica la Città Eterna: qual è la vostra preferita?