10 cose (insolite) da fare a Roma

“Tutte le strade portano a Roma” recita un famosissimo proverbio. E anche il proprio cammino personale, prima o poi, incrocia la Città Eterna: una delle più amate, fotografate e visitate del mondo. Che sia una volta, o magari anche più di una: spesso anche i romani ammettono di avere ancora qualcosa da scoprire nella città in cui sono nati e continuano ad abitare. Se restate a Roma per più di tre giorni, o non l’avete vissuta a fondo la prima volta in ci siete stati, queste sono 10 cose da fare al di fuori dei soliti “giri turistici”, per poter davvero dire di “esserci stati“.

  • Andare alla scoperta di Passetto di Borgo, il tratto che collega il Vaticano e Castel sant’Angelo: zona pedonale con molti bar e ristorantini.

1463908678565723037_borgopio

  • Passeggiare immersi nel verde sull’Appia Antica, a piedi o in bici, per respirare aria di storia e autenticità.

appia antica 1

  • Girare in lungo e largo Trastevere, perdendosi tra i suoi vicoli, per poi concedersi un caffè al Bar san Calisto, uno dei più conosciuti del quartiere.
Credits: @martinrueg-Instagram

Credits: @martinrueg-Instagram

  • Prendere un aperitivo in uno dei locali tra via della Pace e via Anima, a due passi dalla suggestiva piazza Navona.

Piazza Navona

  • Visitare i Musei Capitolini, per comprendere meglio la storia e il mito della Città Eterna.

Musei capitolini treasurerome

Parco degli acquedotti

  • Assaggiare i piatti della cucina tradizionale romana, dalla cacio e pepe alla coda alla vaccinara, in una delle osterie del quartiere Testaccio.
Credits:@paulinevergara-Instagram

Credits:@paulinevergara-Instagram

  • Provare la grattachecca, tipica di Roma, in estate: per esempio quella della famosa Sora Maria in via Trionfale.
Credits: @avalabrega-Instagram

Credits: @avalabrega-Instagram

  • Visitare il parco archeologico di Ostia Antica e fare poi un salto al lungomare di Ostia.

ostia-antica-3

  • Attraversare il Ponte della Musica, dopo una passeggiata sul Lungotevere.

ponte-della-musica-2

Emozioni e ricordi: ecco ciò che vi lascerà Roma una volta a casa.

Advertisements

Vivere Roma: il Parco degli Acquedotti

Relax, storia e divertimento: il Parco degli Acquedotti racchiude tante emozioni ed è uno dei (molteplici) luoghi di Roma da visitare per sentirsi un po’ romano.

Parco Acquedotti

Parte del Parco Regionale Suburbano dell’Appia Antica, ha un’ estensione di circa 240 ettari, tra via Appia e via Tuscolana. Ospita diverse costruzioni di epoca non solo romana, ma anche rinascimentale e dell’ottocento. Il nome deriva dalla presenza in superficie o sotterranea di ben sette acquedotti romani e papali che rifornivano l’antica Roma. Ancora oggi, a distanza di secoli, mostrano tutta la loro magnificenza e bellezza.

Parco degli acquedottiPasseggiare, andare in bicicletta o a fare jogging sono alcune delle attività con cui trascorrere piacevoli pomeriggi circondati da bellezza e natura. E se poi si ha voglia di un caffè, di una bella birra fresca o, perché no, di finire la giornata con una cena, nessun problema: all’entrata del parco su via Lemonia c’è il bar pizzeria Fermentum.

Il bar-pizzeria Fermentum (foto da Facebook)

Il bar-pizzeria Fermentum (foto da Facebook)

Anche i bambini hanno il loro spazio al Parco degli Acquedotti, grazie ai giochi all’aperto e ai gonfiabili, posti proprio accanto al Fermentum.

La primavera è ormai alle porte: quale miglior luogo per godere dell’arrivo della bella stagione?