A Roman food experience you must try

Rome seduces everyone, not only thanks to its wonderful places, but also with its great food.

Roman cuisine is the food of the people. It is also described as “poor kitchen” because the food was made with simple and available ingredients. It has always been full of flavors and perfumes. These dishes hold the history of Roman people and they are simply delicious: pasta, pig, lamb, artichokes, puntarelle, chicory. When in Rome, you must experience a traditional “osteria romana” and try this famous Roman cuisine, drinking wine or beer, as many Romans love to do.

These are the 6 Roman dishes not to be missed!

Amatriciana 

Tomatoes, guanciale (pig’s cheek), bucatini-thick spaghetti with a hole running through the center-and pecorino romano (a kind of salty and hard cheese): the “amatriciana” is one of those Roman dishes which always win. Don’t forget a large bib!

Credits: @azzurrawella

Cacio e Pepe

It’s a simple dish with spaghetti and three ingredients- pecorino romano cheese (cacio), black pepper (pepe) and leftover pasta water, that create a creamy sauce- but it is absolutely exquisite. Once you try it, you will always dream about it!

Carbonara

You can ask for different kinds of pasta- like mezze maniche, spaghetti or rigatoni- but the result is always great. Raw egg yolk, guanciale, pepper and greated pecorino romano: we bet you are already craving!

Trippa alla romana

Stewing tripe in a delicious tomato sauce with the addition of garlic, onions and various chopped herbs such as “menta romana”: a delicate taste that you can only find in this Roman recipe. A dish that you can only eat in the Eternal City, which is considered a real delicacy.

Credits: @noce_moscata_food_blog

Coda alla vaccinara

The butcher-style oxtail (coda) is one of the most famous of Roman variety meat-based recipes. It is made by stewing oxtail, onions, garlic, guanciale or lard, cinammon and other herbs. Eat it with your hands, you’ll enjoy it more.

Carciofi

The artichoke is the real star of the Roman cuisine. The two Roman ways to prepare it are “alla romana” (Roman-style, stuffed with bread crumbs, garlic, mint, and parsley) or “alla giudea” (Jewish-style, deep fried). Try both and decide which one you like more!

Get ready for this unique food experience!

 

Be my Valentine: three romantic spots in Rome

St.Valentine’s Day is almost here and Rome is a very romantic place to declare Eternal love. You have plenty of things to do. But if you are looking for something very special, you just can’t miss these three tips from who knows Rome very well (and fell in love in and with the Eternal City!)

Monte Mario

Monte Mario is the highest hill in Rome north of the Vatican. It’s famous among Romans because at the night you can enjoy a breathtaking view of the city. There you can also find “il Vialetto degli Innamorati”, that is “The street of the lovers” and Lo Zodiaco restaurant, where you can have meals or  some drinks while reciting love poems.

1448145319660629750_montemario

Photo credit: @michela_carusone-Instagram

Castel Sant’Angelo

Walking hand in hand has never been so exciting: Ponte Sant’Angelo becomes magic during the night. It’s bright, uncrowded and mysterious: Castel Sant’Angelo, with its majesty and amazing beauty is just in front of you. If you want to propose, it’s the right place. Trust us.

Photo credit: @giova_gallu-Instagram

Photo credit: @giova_gallu-Instagram

Ponte Milvio

It’s probably the most romantic bridge in the city: Ponte Milvio used to be full of padlocks with love promises written on them. Kiss each other while looking at the fantastic view on the river Tiber: it will be unforgettable. You can spend the rest of the night at one of the bars and restaurants all around the area, which are really nice.

Photo credit: @turistiperhobby-Instagram

Photo credit: @turistiperhobby-Instagram

 

“To get the full value of a joy you must have somebody to divide it with.” 

Mark Twain

Roma e i luoghi del cinema

Non solo un museo a cielo aperto, come la definiva Alberto Sordi, ma anche un enorme set cinematografico. Ripercorrere i luoghi che hanno reso Roma protagonista sul piccolo e grande schermo è un modo per viverla e apprezzarne sempre di più il fascino. Dai film ormai parte della storia del cinema, fino alle produzioni televisive più recenti, la Città Eterna non smette mai di stupire e far sognare. Queste sono solo alcune delle pellicole che la città ha ospitato nel corso degli anni, e che l’hanno resa sempre più famosa (e desiderata) nel mondo.

Vacanze romane

Gregory Peck e Audrey Hepburn a spasso in Piazza di Spagna, sulla vespa con alle spalle il Vittoriano e il Colosseo, seduti a un bar al Pantheon o allegri di fronte alla Bocca della Verità: immagini che non possono non emozionare chi Roma la conosce bene, ma ancora di più chi non ha ancora avuto il piacere di vistarla con l’attenzione che merita.

boccca-della-verita

La dolce Vita 

Capolavoro indiscusso del maestro Federico Fellini, con Marcello Mastroianni, ambientato in una Roma alla ricerca di grandi emozioni. Come dimenticare il bagno nella Fontana di Trevi di una bellissima Anita Eckberg? E poi ancora via Veneto, piazza del Popolo, via Appia Antica.

dolce_vita

Mangia, prega, ama

Nella pellicola di Ryan Murphy, ispirata a una storia vera, Julia Roberts mangia il gelato a piazza Navona, abita in via della Scrofa, passeggia in via del Corso, vive le bellezze delle città e gode dei suoi piatti. Roma è un po’stereotipata, ma sempre stupenda.

mangia-prega-ama

 

La grande bellezza

Una Roma decadente e malinconica per il film di Paolo Sorrentino vincitore dell’Oscar. La pellicola si apre con un’immagine del Fontanone, al Gianicolo. Il suo protagonista, Toni Servillo nei panni di Jep Gambardella, la vive fino in fondo. Passeggia al Parco degli Acquedotti e al Giardino di Villa Medici, abita in una splendida casa con vista sul Colosseo: non si può non ritenere la città una grandissima protagonista del film.

la-grande-bellezza

The Young Pope

Una serie televisiva di grande successo, sempre del regista Paolo Sorrentino: ambientata all’interno dello Stato del Vaticano, offre anche alcuni scorci di Roma. Una città che qui è semplice spettatrice, in favore degli eventi umani (e divini).

the-young-pope

Unica, grandiosa, luminosa: Roma è sicuramente tra le location più belle in cui ambientare piccole e grandi storie.

 

 

Luci e magia: è Roma a Natale

La Città Eterna si veste di luci e colori. Gli addobbi rendono splendente ogni angolo e si respira un’aria magica. Roma e Natale, un binomio perfetto, un’esperienza assolutamente da vivere: profuma di felicità, stupore, voglia di cose belle.

trinita-dei-monti-natale

Trinità dei Monti

Piazza Navona

Piazza Navona

Tra l’attesa delle festività natalizie e la corsa all’acquisto dei regali, la città regala scorci unici e indimenticabili: è difficile non rimanere incantati. Tra la folla, la musica e la bellezza, anche i più scettici dovranno arrendersi alla suo calore.

Palazzo Valentino (Photo credit: @hyperjoseph-Instagram)

Palazzo Valentino (Photo credit: @hyperjoseph-Instagram)

Piazza San Pietro (Photo credit: @francesco_pasquarelli-Instagram)

Piazza San Pietro (Photo credit: @francesco_pasquarelli-Instagra

Piazza Venezia

Piazza Venezia (Photo credit: @elisabetta.baldini-Instagram)

In strada è tutto luci, fumo di caffè, presepi, donne, uomini, nonne e bambini.

Via Condotti

Via Condotti

Ci si può illudere di conoscerla in ogni angolo, di capirne le logiche, di non lasciarsi sorprendersi più: ma ogni volta che torna Natale, Roma ha un colore intenso, un odore caldo, una luce diversa. Perciò non resta che rassegnarsi.

“Roma è inconoscibile, si rivela col tempo e non del tutto. Ha un’estrema riserva di mistero e ancora qualche oasi” (Ennio Flaiano)

Metti un weekend a Roma…

Un weekend a Roma può avere mille sfaccettature. Lo si può vivere in coppia, con gli amici oppure in famiglia. Due giorni non bastano per poter godere appieno della Città Eterna, ma può essere un ottimo punto di partenza per iniziare a scoprire le mille possibilità che è in grado di offrire. E anche per regalarsi momenti circondati, sempre e comunque, dalla bellezza. Perché non far diventare il weekend un appuntamento fisso in ogni stagione? Indossando il cappotto oppure le infradito, non importa: c’è sempre un angolo nascosto da fotografare o un evento da non perdere. E preparatevi a usare un po’ tutti i mezzi a disposizione: metro, bus, tram e…gambe!

 

weekend-romantico

Weekend in coppia

La prima giornata a Roma non può che iniziare nel migliore dei modi se la prima tappa è il simbolo della città per eccellenza: il Colosseo. Una visita da non perdere per ripercorrere secoli di storia prima di concedersi una passeggiata mano nella mano lungo i Fori Imperiali fino a Piazza Venezia, per poter ammirare anche l’Altare della Patria. Da questo punto avrete diverse opzioni: un po’ di shopping in via del Corso, un’altra visita culturale ai Musei Capitolini oppure una passeggiata a Largo di Torre Argentina, da dove si può raggiungere il Pantheon e gustare qualcosa di buono passando per piazza Sant’Eustachio. Date un’occhiata al terzo episodio dei nostri Itinerari del Gusto! La sera potrete trascorrerla girando Trastevere in lungo e largo, dove vi aspettano pub, osterie e una visione romanticissima: piazza di Santa Maria in Trastevere.

Il secondo giorno vi aspettano Fontana di Trevi e Piazza di Spagna, un giro tra le vetrine di via Condotti, un gelato da Giolitti passando per Montecitorio e una passeggiata da Piazza del Popolo fino al Pincio: il posto ideale per osservare Roma dall’alto e iniziare a programmare la prossima visita. E verso sera, per salutare la città eterna, un aperitivo è proprio quello ci vuole. Magari da ‘Gusto.

weekend-a-roma

Weekend con gli amici

Quando si viaggia in tanti si sa, non è facile mettere tutti d’accordo. Eppure Roma è una di quelle città che può accontentare diversi gusti e diverse idee di “vacanza”. Il primo giorno potreste girare la città tutti insieme: Largo di Torre Argentina, Pantheon, Piazza Navona e poi Campo De’Fiori. Un pranzo sfizioso (le possibilità di un buon street food sono innumerevoli e di tutti i tipi) e via alla scoperta del Gianicolo. Che ne dite di una foto di gruppo di fronte al famosissimo Fontanone? Se ciò che cercate sono locali e divertimento, allora due sono i quartieri che fanno per voi: San Lorenzo, la zona universitaria per eccellenza che offre pizzerie, pub, locali e ristoranti. Oppure Testaccio che, oltre ad essere caratteristico, è uno dei punti nevralgici della movida romana. Ottimo se volete ascoltare musica dal vivo o se cercate una discoteca.

Il secondo giorno, soprattutto se è domenica, potreste dedicarlo alla cultura. Non c’è che l’imbarazzo della scelta: la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, il Maxxi, i Musei Capitolini oppure Galleria Borghese. E se invece la serata è stata (fin troppo) impegnativa, potrete sempre optare per una passeggiata rigenerante a Villa Borghese, per poi continuare a visitare la città: piazza del Popolo, via del Corso e piazza di Spagna. Il miglior saluto a Roma? Tirando una monetina a Fontana di Trevi, sperando di tornare il prima possibile.

weekend-con-gli-amici

Weekend in famiglia

I più piccoli non potranno che amare Roma, proprio come i loro genitori. Le attrazioni dedicate ai bambini sono molte. Per i vostri due giorni nella Città Eterna basta solo scegliere quale loro desiderio realizzare per primo: il Brucomela del Luneur, gli animali del Bioparco di Villa Borghese oppure le sorprese di Explora, il Museo dei bambini? E verso sera, per accontentare anche i più grandi, Monti è il quartiere giusto: atmosfera davvero romana, locali carini e a misura anche di famiglia.

La domenica, dopo una visita a Piazza San Pietro e a Castel Sant’Angelo, perché non pensare a un bel brunch tra un divertimento e l’altro? REC 23 potrebbe essere il posto giusto. E poi via, alla scoperta dei monumenti più famosi nel tempo rimasto: siamo sicuri che i bimbi guarderanno il Colosseo a bocca aperta. E lo custodiranno nel cuore.

Unforgettable Rome: the perfect romantic weekend

Two days in Rome: it’s not an ordinary holiday, but it’s your perfect romantic escape. Two hearts and a mission: spend some time in the Eternal City for what will be remembered as one of the most beautiful trip of your life.

Ambitious? Not really…

Campo De'Fiori (Photo credit: @giuliaravaioli-Instagram)

Campo De’Fiori (Photo credit: @giuliaravaioli-Instagram)

DAY 1

Breakfast at Roscioli Caffé, close to Largo di Torre Argentina: a nice cappuccino and a ‘cornetto’ (a croissant) to start your lovely first day in Rome. Campo De’Fiori, which is just at the end of the street, welcomes you to its colorful and peculiar market. Piazza Navona is a 5-minute walk: it’s such a beautiful square that you won’t stop kissing! And if you suddenly feel hungry, you only have to choose: Piazza Navona is surrounded by many restaurants and bars. In the afternoon, the Pantheon, and then Trevi Fountain, are the right choice to continue your day with beauty, before spending the night in the Monti neighborhood: nice restaurants and bars and a magic (and authentic) atmosphere. 

Piazza Navona

Piazza Navona

DAY 2

Rome is in your hands: your second day starts at Colosseum, the place where, holding each other’s hands, your love will become eternal. From that point, you can go shopping at via del Corso, full of shops, passing through the Spanish Steps. Otherwise you can take the tram no.8 to Trastevere neighborhood, where you can eat, have a walk and experience Roman life. And if love makes you hungry, you can go to Osteria da Zi Umberto for a real Roman lunch (or dinner). So many things to see, so many feelings to keep in your hearts…Try to close your weekend looking at each other under the moonlight, in front of Castel Sant’AngeloYour wedding is just around the corner!

Castel Sant'Angelo

Castel Sant’Angelo

 

 

Arte e moda, quando la sfilata è…tra i monumenti

Vorreste vivere da vicino tutte le emozioni dell’alta moda? Sentirvi protagonisti delle passerelle più ammirate e desiderate? Basta fare una passeggiata alla scoperta dei monumenti più famosi di Roma, recentemente restaurati proprio dalle maison più amate: Bulgari, Tod’s, Fendi e Swarovski.

Scalinata di Trinità dei Monti (photo credit: mary.vladi-Instagram)

Scalinata di Trinità dei Monti (Photo credit: mary.vladi-Instagram)

Fotografi, flash e musica di sottofondo: un abito bellissimo e gioielli preziosi vi accarezzano la pelle, mentre scendete, ammiratissimi, gli scalini più amati della Città Eterna. Di fronte a voi, la suggestiva Fontana della Barcaccia e lo sguardo che si posa su una delle strade più fashion della capitale, via Condotti. La Scalinata di Trinità di Monti, riaperta al pubblico il 21 settembre dopo mesi di lavori, è tornata infatti a splendere grazie a Bulgari. E l’atmosfera non potrebbe essere più cool. 

Fontana di Trevi (Photo credit: fedi_blondie-Instagram)

Fontana di Trevi (Photo credit: fedi_blondie-Instagram)

Fontana di Trevi è più affascinante che mai. Restaurata nel 2015 grazie a Fendi, non può che revocare la magia descritta ne La Dolce Vita. Dite la verità, non vi sentite un po’ Anita Ekberg o Marcello Mastroianni mentre, con la vostra monetina in mano, sognate di bagnarvi nelle sue acque avvolti dalla bellezza?

colosseo-tr-post

Colosseo

La maestosità è sempre stata la sua caratteristica principale. Ma da quando il Colosseo è stato restaurato grazie al gruppo Tod’s, non si può che rimanere a bocca aperta ogni volta che si ha  l’opportunità di osservarlo. Come non immaginarsi baciati da sole mentre lo si attraversa con leggiadria,  tacco 12 e capelli al vento, oppure con un passo sicuro e a testa alta, un po’ a ricordare i più grandi gladiatori della storia?

1205208998020085535_fontanadelmarforio

Marforio

Forse raffigurante il dio Nettuno o il Tevere, Marforio è una delle famose “statue parlanti” di Roma , che ha ritrovato la sua antica magnificenza grazie a Swarovski. Cristalli, arte e tradizione: chi non si vedrebbe così disteso, elegante e beato, circondato dalla storia e dalla tradizione raccontate e testimoniate nei Musei Capitolini?

La moda e l’arte sono più vicine di quello che si pensa: entrambe raccontano una storia, sono espressione di di straordinaria bellezza e, soprattutto, di passione e bellezza.

Roma da vivere: Villa Borghese

Un luogo da visitare, scoprire e vivere fino in fondo. Villa Borghese non è solo un (bellissimo) parco nel cuore di Roma, che si affaccia su piazza del Popolo e si raggiunge facilmente anche da Piazza di Spagna, ma anche una cornice verde che racchiude mille esperienze diverse per tutta la famiglia: arte, cinema, teatro, relax e divertimento.

L'ingresso da Piazzale Flaminio (Photo credit: @maurobenci da Instagram)

L’ingresso da Piazzale Flaminio (Photo credit: @maurobenci da Instagram)

Il Giardino zoologico. Villa Borghese ospita il bioparco della città: più di 200 specie di animali provenienti da cinque continenti e un’area dedicata completamente ai bambini. L’ingresso è da via Aldrovandi (a pochi passi, tra l’altro, dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea).

Alcuni animali ospitati nel Bioparco di Roma (Photo credit: ale_andflo da Instagram)

Alcuni animali ospitati nel Bioparco di Roma (Photo credit: @ale_andflo da Instagram)

Galleria Borghese, il Globe e la Casa del Cinema: l’arte è la grande protagonista. Continuando a passeggiare nel parco, dove è possibile anche trovare i romani che fanno jogging o si rilassano leggendo un libro, si raggiunge Galleria Borghese, uno splendido museo che conserva capolavori di Antonello da Messina, Giovanni Bellini, Raffaello, Tiziano, Correggio, Caravaggio e meravigliose sculture di Gian Lorenzo Bernini e del Canova. Che dire poi del Silvano Toti Globe Theatre? Non molto distante dal Museo, si trova il bellissimo teatro che, realizzato interamente in legno, ospita in estate le opere di William Shakespeare, in una sorta di gemellaggio con l’originale Globe di Londra. La Casa del Cinema, a poca distanza dal teatro, è lo spazio in cui, oltre a rilassarsi bevendo un caffè o un drink, vengono organizzati eventi, festival o corsi dedicato alla “settima arte”.

Galleria Borghese (Photo credit: @v.i.v.chin da Instagram)

Galleria Borghese (Photo credit: @v.i.v.chin da Instagram)

 Il Laghetto e il Pincio. Dopo una bella scorpacciata d’arte e di cultura, è il momento di altre emozioni: una passeggiata sul rive del laghetto di Villa Borghese, o sulle sue acque noleggiando una barchetta, riserva piacevoli sorprese. Ci si sente come sospesi nel tempo e immersi in un microcosmo. Penserà poi il Pincio, una delle terrazze più straordinarie di Roma, a lasciare tutti definitivamente senza fiato.

Il laghetto (Photo credit: fiori_di_cannella da Instagram)

Il laghetto (Photo credit: fiori_di_cannella da Instagram)

Villa Borghese raccoglie tanti pezzettini di cuore, tanti ricordi di chi l’ha visitata e non ha potuto che amarla. Forse è anche per questo che è così speciale.

Roma, divertimento gay-friendly assicurato

Qual è il rischio delle serate romane? Probabilmente quello di non annoiarsi mai! Visitarla d’ estate può rivelarsi una buona scelta: quando la calura della canicola estiva si trasforma in un fresco ponentino, le strade si dipingono di un rosso tramonto e si spengono poi di colpo, lasciando spazio a un cielo stellato…O al meno poetico neon dei locali notturni.

Le altre stagioni non sono però da meno: non solo per il fascino che Roma conserva in qualsiasi mese ci si trovi, ma anche per i suoi locali. Ecco i  3 più famosi per viaggiatori omosessuali, richiamo di molti eventi mondani e grandi frequentazioni.

#1 Gay Village

Il Gay Village è il locale estivo per eccellenza dell’universo gay romano e non solo. Situato nel parco del Ninfeo (Via delle 3 fontane, zona Eur) presenta una vasta offerta sia musicale-diverse infatti sono le proposte nelle rispettive sale- che culturale e gastronomica. Si può infatti scegliere se partecipare ad uno degli eventi a tarda serata, mangiare in uno dei 4 ristoranti presenti o semplicemente passare una serata danzereccia a partire dalle ore 23:00.

gay-village-sitges

#2 Coming out

Molto vicino al Colosseo e a pochi passi da San Giovanni, questo pub è situato al centro della famosa  e affollata – questa sì in tutte e 4 le stagioni- Gay Street ( al secolo via di San Giovanni in Laterano).  Ci si può andare per passare una serata tranquilla bevendo una birra o un cocktail, ma anche semplicemente di mattina per sorseggiare un buon caffè. La vista è impagabile.

coming-e1314438122561 #3 Muccassassina

Il più rinomato, celebre e per certi versi anche il più trasgressivo locale gay di Roma. Aperto da ottobre a Maggio, il Muccassina anima da 20 anni i venerdì sera capitolini della discoteca Qube di via di Portonaccio. Tre piani, tre diverse tipologie di musica, persone di tutte le età, colori, suoni e tanto divertimento.  Una tappa obbligata per chiunque abbia voglia di passare una serata davvero molto coinvolgente.

muccassassina

Roma è anche gay-friendly: avevate forse dei dubbi?

Roma, ogni stagione ha le sue emozioni

Qual è la stagione migliore per visitare Roma?

AUTUNNO

Il sole fa spesso capolino: le giornate a settembre sono ancora calde e conservano il gusto dell’estate. Si entra nel periodo della vendemmia e delle storiche “ottobrate romane”, ossia le gite domenicali (a volte si svolgevano anche di giovedì) rimaste in voga fino al XX secolo, ma che ancora richiamano il bel tempo e la voglia di godere della città. Riaprono i locali e i teatri, da novembre ci si prepara per le feste natalizie. Le luci e gli addobbi rendono Roma una città ancora più affascinante e magica, quasi da fiaba.

Il Parco degli Acquedotti un pomeriggio di ottobre

Il Parco degli Acquedotti un pomeriggio di ottobre

INVERNO

Non è frequente che sia il grigio il colore della Città Eterna, nonostante l’aria fredda e le nuvole. Infatti il sole non la abbandona mai completamente, anche se ci si può aspettare la pioggia (e, molto raramente, qualche fiocco di neve). I ristoranti e i pub si riempiono, la città si illumina e c’è tanto da fare: mostre, spettacoli, concerti, eventi. Il tempo a volte poco clemente fa sì che si possano scoprire i piaceri della tavola o quelli dell’arte. 

Via del Corso una sera di dicembre

Via del Corso una sera di dicembre

PRIMAVERA

La bella stagione si avverte subito: Roma profuma di fiori e di rinascita. Si organizzano pic-nic nei parchi, si ricomincia a stare fuori da bar e locali per consumare il proprio drink. Si organizzano passeggiate e visite storico-culturali all’aperto. La temperatura è gradevole e, anche se può capitare qualche giorno di pioggia, i suoi colori diventano più caldi e avvolgenti. Ci sono ancora molte mostre, eventi, spettacoli teatrali e musicali tra cui scegliere. 

Il giardino degli Aranci un pomeriggio di aprile

Il giardino degli Aranci un pomeriggio di aprile

ESTATE

Inizia a fare caldo…molto caldo! Tutta la vita della città si sposta all’esterno. Alcuni locali chiudono e si trasferiscono sul Tevere, che diventa l’occasione per piacevoli serate in compagnia. I festival musicali riempiono i parchi e gli stadi, apre il Globe a Villa Borghese e il weekend ci si sposta sul litorale romano: spiaggia e serate sotto le stelle. Roma si veste a festa in ogni suo angolo e i tramonti che riesce a regalare lasciano sempre senza fiato.

Il Colosseo in una mattina di luglio

Il Colosseo in una mattina di luglio

La stagione migliore per visitare Roma? Sceglietela voi!